*

I vincitori 2018

Nuovo progetto di riciclaggio per la Scuola universitaria

Fino a due anni fa, il riciclaggio non era un argomento affrontato nella Scuola universitaria tecnica di Bienne. Ora però, il progetto di riciclaggio viene attuato dettagliatamente e la quantità di rifiuti si è ridotta del 50 %. Il metallo è solo uno dei numerosi materiali pregiati raccolti. Per richiamare l’attenzione dei circa 220 studenti, su tutti i piani e nei locali di ricreazione sono stati ubicati dei contenitori in luoghi visibili. «Per la sola raccolta delle lattine d’alluminio sono stati piazzati per ora sei box di cartone, che i nostri visitatori e studenti usano con regolarità», spiega Marcel von Arb del servizio di portineria. In questo modo consegna ogni anno circa 500 chili di lattine d’alluminio al partner addetto al riciclaggio, la Halter Rohstoffe AG di Bienne. Inoltre, Marcel von Arb raccoglie anche le capsule da caffè Nespresso consumate dal corpo insegnante. La Scuola universitaria professionale è una delle tre scuole del centro di formazione professionale BBZ di Bienne. Qui vengono in particolare formati micromeccanici e polimeccanici, elettronici, disegnatori in microtecnica, progettisti meccanici e orologiai. I rifiuti generati nella produzione dei settori elettronica e metallo nonché nella fabbricazione di orologi finiscono ora nello stabilimento di riciclaggio. Il compenso ottenuto con il metallo raccolto serve per organizzare un’allegra serata in compagnia.

Lotta contro il littering sulle rive del Reno di Basilea

La famiglia Siegrist di Kaiseraugst non vede di buon occhio il littering sulle rive del Reno di Basilea. Da tre anni la famiglia dedica i weekend estivi alla pulizia delle rive tra i ponti Wettstein e Dreirosen. «Svolgiamo questo lavoro con convinzione e desideriamo mostrare ai nostri figli, Emilia di 14 anni e Justin di 12, quanto è futile il littering», spiega Michael Siegrist. «Compiamo questa attività con passione ed entusiasmo.» Oltre a ripulire le rive del Reno di Basilea, la famiglia garantisce la pulizia anche nel proprio comune di residenza Kaiseraugst oppure in varie occasioni come l’evento Grün 80, il festival al fiume, la Fiera d’autunno di Basilea e il carnevale. Dai rifiuti separano le lattine d’alluminio e le bottiglie. Durante i mesi estivi la famiglia Siegrist raccoglie fino a 600 chili di lattine d’alluminio che deposita nel locale delle biciclette. Una volta pressate, le consegna allo stabilimento di riciclaggio di Möhlin, dove vengono riciclate. L’indennizzo che la famiglia ottiene viene investito nella formazione dei figli.

Mani avvedute di una donna per una Zofingen pulita

Alla 41enne Ursula Baumgartner di Zofingen sta particolarmente a cuore un ambiente pulito. Dopo aver seguito una trasmissione sul canale Tele M1 concernente i vantaggi del riciclaggio delle lattine d’alluminio, sei anni fa ha deciso di partecipare di persona raccogliendo attivamente le lattine d’alluminio. «In questo modo spero di fornire un contributo significativo contro il littering e di trasmettere alle mie figlie un atteggiamento eco-compatibile», commenta Ursula Baumgartner. Tutti i giorni dopo il lavoro fa un giro nel centro storico di Zofingen e nell’area della stazione per raccogliere le lattine sparse per terra. Inoltre, ritira regolarmente le lattine d’alluminio di una pizzeria del vicinato. Con questo metodo raccoglie circa 140 chili all’anno. Per il materiale raccolto, che consegna allo stabilimento di riciclaggio Flückiger AG di Rothrist, riceve CHF 1.30 per ogni chilogrammo tramite il sistema a buoni di IGORA. Grazie al contributo lei e le due figlie di 14 e di 12 anni si concedono qualcosa di speciale.